Edizione 2004/2005

anna-bonaiuto

Anna Bonaiuto (Latisana, 28 gennaio 1950) è un’attrice teatrale e attrice cinematografica italiana.

Dopo il diploma all’età di 22 anni all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, si impone presto, grazie alla sua intensità interpretativa, come una delle attrici più promettenti del teatro e del cinema .Il suo primo ruolo importante al cinema è Armida in Una spirale di nebbia di Eriprando Visconti.

Nel 1992 le viene affidato il ruolo della moglie di Renato Caccioppoli in Morte di un matematico napoletano di Mario Martone che la conferma come una delle attrici di maggior talento del panorama artistico nazionale. A conferma di ciò nel 1993 vince la Coppa Volpi alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia come migliore attrice non protagonista nel film di Liliana Cavani Dove siete? Io sono qui.

Nel 1995, ancora Mario Martone le offre il ruolo della protagonista del film L’amore molesto grazie al quale Anna Bonaiuto vince sia il Nastro d’Argento sia il Premio David di Donatello come miglior attrice protagonista. Nanni Moretti nel 2006 la dirige ne Il caimano e nel 2007 è nel cast di Mio fratello è figlio unico diretta da Daniele Luchetti e L’uomo di vetro di Stefano Incerti. Numerosi i riconoscimenti anche dalla critica teatrale tra i quali spicca il Premio Ubu nel 2003 come migliore attrice italiana per l’interpretazione di Donna Rosa Priore in Sabato, domenica e lunedì di Eduardo De Filippo con la regia di Toni Servillo.

licia

Licia Maglietta (Napoli, 16 novembre 1954) è un’attrice italiana che si è occupata di teatro, danza e cinema. Dopo essersi laureata in architettura, ha incominciato la sua carriera teatrale nel gruppo Falso Movimento passando poi in quello dei Teatri Uniti. Lavora con Carlo Cecchi che la dirige in La locandiera (1993) e Leonce e Lena (1994), per poi passare ad interpretare uno spettacolo tutto suo, Delirio amoroso (1995), nato dall’incontro con la poetessa Alda Merini. Lo spettacolo è un monologo sulla vita della poetessa, donna marchiata dall’esperienza del manicomio, ed è una delle prove più significative dell’attrice napoletana. Negli anni novanta passa al cinema interpretando diversi film: Nella città barocca (1985), Morte di un matematico napoletano (1992), Rasoi (1993). Il successo le arriva prima con L’amore molesto (1995) diretto da Mario Martone, Rumori di fondo di Claudio Camarca (1996) e Le acrobate di Silvio Soldini (1997). Proprio con Silvio Soldini ha il maggior successo della sua carriera con Pane e tulipani (1999) con il quale vince nel 2000 il premio David di Donatello come miglior attrice protagonista. Dopo si divide tra tv e cinema (Luna rossa di Antonio Capuano, Agata e la tempesta di Silvio Soldini e Nel mio amore di Susanna Tamaro). Nel 2000 ha ricevuto il David di Donatello alla migliore attrice.

mafalda

Mafalda Arnauth è una cantante di fado.È nata a Lisbona, in Portogallo, in ottobre 1974 e ha iniziato la sua carriera nel 1995 quando invitati da João Braga (un cantante di fado importante) a partecipare a un concerto al Teatro di S. Luis. Quello che inizialmente era un’unica esperienza è diventato un modo di vita. Oggi il suo contributo è riconosciuto non solo in Portogallo, ma anche in molti paesi stranieri, dove si esibisce regolarmente. Mafalda Arnauth, il suo primo album, pubblicato nel 1999, è stato immediatamente acclamato da specialisti e ha vinto il premio per la miglior voce imminente da Blitz rivista settimanale, un segno che le nuove generazioni sono nuovamente dentro di fado. Dopo un anno pieno di concerti e inviti importanti che lei ha preso per le più importanti sale da concerto in Olanda, il centro della Louisiana (Danimarca) e in Italia, per eseguire al Festival Sete Sois-, Sete-Luas, un importante evento popolare Mediterraneo, ha cantato al Centro Cultural de Belém (Lisbona), dove fu calorosamente acclamato dalla stampa. Secondo album di Mafalda, Esta voz que me atravessa (Questa voce che passa attraverso di me), uscito nel 2001 ed è stato prodotto da Amélia Muge e José Martins. Il suo album Encantamento fu autoprodotto.

paolo-rossi

Paolo Rossi è un attore, cantautore e comico italiano. Nato a Monfalcone (GO), si trasferisce, durante l’età adolescenziale, a Ferrara dove consegue il diploma di perito chimico. Considerato milanese d’adozione, Paolo Rossi spazia da trent’anni dai club ai grandi palcoscenici, dal teatro tradizionale al cabaret, dalla televisione al tendone da circo. Il proprio stile è caratterizzato dall’immergersi appieno nelle tematiche dell’oggi e dall’insegnamento dei classici antichi e moderni: da Shakespeare a Molière a Bertolt Brecht, alla amatissima commedia dell’Arte. Ha partecipato all’edizione di Sanremo 2012.

rolo

Rolo Díez (Junín, 1940) è uno scrittore e giornalista argentino. Nasce a Junín nel 1940. Nel 1977, a seguito del colpo di stato che aveva avuto luogo in Argentina nell’anno precedente, è costretto ad allontanarsi dal proprio paese per motivi politici. Dopo aver vissuto in Francia, Italia e Spagna, nel 1980 si è infine stabilito in Messico, dove ha lavorato per la televisione e per alcune testate giornalistiche. Successivamente è divenuto popolare grazie ad alcuni suoi romanzi polizieschi e noir.