Edizione 2001/2002

lien

Annbjørg Lien è una musicista norvegese che suona il hardingfele, il violino e lo nyckelharpa. La prima volta che sale alla ribalta nazionale è nel 1986. Subito dopo ottene un contratto con l’etichetta Heilo con cui registra e pubblica il suo primo album nel 1988. Ha ricevuto numerosi premi, sia in Norvegia e paesi nordici, come il premio Gammleng nella musica folk classica nel 2004 e Hilmar nel 2006. Nel suo lavoro, spesso Lien combina musica tradizionale norvegese con jazz e musica rock. Ha tenuto concerti in tutto il mondo esibendosi con musicisti provenienti da molti paesi.

mogol

Giulio Rapetti Mogol (Milano, 17 agosto 1936) è un paroliere italiano. Noto presso il grande pubblico con lo pseudonimo Mogol. I suoi primi successi furono: Al di là, canzone che, interpretata da Luciano Tajoli e Betty Curtis, nel 1961 vinse il Festival di Sanremo e Una lacrima sul viso, con cui Bobby Solo ottenne un clamoroso successo nel 1964. Nel 1965 ci fu l’incontro chiave di Mogol con Lucio Battisti, che allora era solo un giovane chitarrista del complesso I Campioni e autore musicale. Mogol contribuì coi suoi testi ai primi clamorosi successi di Battisti come autore. Nel 1966, Mogol convinse Battisti a cantare da sé le sue canzoni: l’intuizione del “paroliere” milanese si rivelò felice poiché Battisti, dopo inizi incerti, a partire dal 1969 ebbe grande successo anche come cantante. Nel 1980 il sodalizio artistico con Lucio Battisti si interruppe e Mogol proseguì la propria attività di autore con altri cantanti (Cocciante, Gianni Bella, Gigi D’Alessio). Mogol è anche noto per aver dato vita alla Nazionale italiana cantanti (costituita il 10 ottobre 1975) che disputa incontri a scopo benefico in tutta Italia, e per la realizzazione nelle campagne dell’Umbria, a Toscolano, del CET, una modernissima scuola per autori, musicisti e cantanti.

el 2009 esce Mogol Audio2, album contenente dieci canzoni con testi scritti da Mogol e musiche e arrangiamenti degli Audio2. L’album ottiene il disco d’oro. Nel 2011 è tra le presenze fisse in giuria del talent show di Canale 5 Io canto.

nair

Murali Nair è nato il 10 gennaio 1966 a Kerala, nel sud dell’India. Benché si sia laureato in geologia, ha deciso ben presto di lavorare nel cinema e ha mosso i suoi primi passi nell’ambiente a Bombay. Dopo aver diretto numerosi cortometraggi, ha raggiunto il successo col suo primo lungo, Marana Simhasanam, vincitore della Camera d’or al festival di Cannes del 1999, 2001 e 2002 e presentato in concorso anche al Torino Film Festival. Oggi vive e lavora a Londra, dove produce documentari per la televisione.

salemme

Vincenzo Salemme si è diplomato presso il Liceo Classico Umberto I di Napoli, per poi iscriversi alla Facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 1976 venne scritturato dalla Compagnia Teatrale di Tato Russo e debuttò come attore nella commedia Ballata e morte di un capitano del popolo. Nel 1977 si trasferì a Roma ed entrò a far parte della compagnia di Eduardo De Filippo. La collaborazione con la Compagnia di Eduardo De Filippo continuò fino al 1984 (anno della morte di Eduardo) e proseguì con il figlio, Luca De Filippo, fino al 1992. Vincenzo Salemme oltre ad essere un attore teatrale ha recitato anche in diversi film. Il suo esordio come attore avviene negli anni Ottanta, quando il regista Nanni Moretti gli affida ruoli nei film “Sogni d’oro”, “Bianca” e “La messa è finita”. Nel 1989 partecipa al film “C’è posto per tutti”, per la regia di Giancarlo Planta.

Nel 1999 diventa regista; tra i film da lui diretti e interpretati ricordiamo: Amore a prima vista” (1999), “A ruota libera” (2000), “Volesse il cielo!” (2002), “Ho visto le stelle!” (2003), Cose da pazzi (2005), SMS – Sotto mentite spoglie (2007) e No Problem (2008). Inoltre è stato un interprete anche nel film Baarìa. È membro Onorario del Comitato Scientifico d’Onore della Fondazione Rachelina Ambrosini.